MADONNA INCORONATA CON BAMBINO SANTI E ANGELI: CASCINA SAN GIACOMO – BERNATE -ARCORE-

ARC_09_F2
La Madonna con Bambino, tra Santi e Angeli

ARC 09_F01
Il portico che contiene l’immagine
ID SCHEDA ARC 09
LOCALITA’ ARCORE
UBICAZIONE CASCINA SAN GIACOMO – VIA SAN GIACOMO, 50 – BERNATE DI ARCORE
COLLOCAZIONE SOTTO IL PORTICO DI INGRESSO SULLA PARETE DI SINISTRA
TIPOLOGIA PITTURA MURALE
ICONOGRAFIA MADONNA INCORONATA CON BAMBINO, SANTI E ANGELI
TECNICA AFFRESCO
DATAZIONE 1950
DIMENSIONI ALTEZZA 160, BASE 120.  ALTEZZA DA TERRA 150
AUTORE VILASCO FIORENTINO, PITTORE NATO A VILLASANTA. L’AFFRESCO, ACCANTO ALLA SCRITTA “ORA PRO NOBIS” PORTA ANCHE LA FIRMA DI “LEDA STEFANIA DINIERO” E LA DATA 1995. SI PRESUME CHE SIA L’AUTRICE DI QUESTA SCRITTA, O DI UN SUCCESSIVO RESTAURO DELL’OPERA
PROPRIETA’ PRIVATA
ACCESSIBILITA’ SI
STATO CONSERVAZIONE

BUONO

RIFERIMENTI FOTO GALLERIA IMMAGINI 
DESCRIZIONE UBICAZIONE: all’incrocio semaforizzato tra la via Gilera e le vie Fumagalli ed Achille Grandi, imboccare a sinistra la via Fumagalli fino all’incrocio, sulla destra, con la via San Giacomo. Imboccare questa via fino al N° 50, a cui corrisponde l’ingresso della Cascina San Giacomo. Appena entrati sotto il portico, sulla sinistra, si trova l’opera.

AUTORE: FIORENTINO VILASCO – nato a Villasanta (MB) – suoi i dipinti: nella cappella di Sant’Agostino nella chiesa parrocchiale di Cassago Brianza, sulla volta della navata centrale della chiesa di Santo Stefano di Vedano al Lambro, sopra la bussola della cappella dell’oratorio di Concorezzo.

ICONOGRAFIA: Madonna seduta su una grande nuvola bianca, con Gesù Bambino sulle ginocchia che porta una candida veste con bordi color oro. Gesù ha sul capo una corona dorata ed una sottile aureola bianca, come pure la Vergine. Maria ha intorno al viso un semicerchio di raggi dorati e 12 stelle bianche, che fanno parte dell’iconografia della Madonna, rappresentano le virtù Mariane e simboleggiano i “Privilegi di Maria”. Porta un abito rosso, un mantello azzurro ed il velo bianco. Nella mano destra ha la corona del rosario. Ai lati coppie di visi di angioletti tra ali. Nella parte inferiore dell’affresco, a destra, San Vincenzo Ferrer, predicatore appartenuto all’ordine dei Domenicani. E’ rappresentato con: una fiamma sopra il capo a simboleggiare la Divina Ispirazione, ed il bastone con legata una zucca svuotata che serviva da contenitore d’acqua per dissetarsi durante il pellegrinare. Sulla sinistra Sant’Antonio Abate con la sua lunga barba bianca, un’aureola dorata, il saio marrone degli Antoniani, nella mano destra il suo lungo bastone con la croce e la campanella, nella mano sinistra una fiamma quale simbolo della sua capacità di curare “Il Fuoco di Sant’Antonio” (HERPES ZOSTER). Sotto l’immagine la scritta “ORA PRO NOBIS”.