MADONNA IN TRONO: CORTE SAN GIUSEPPE – BERNATE -ARCORE-

F_02 BIS
La Madonna in trono

F_03 BIS
Il portico della Corte S. Giuseppe in cui è posta la rappresentazione

F_01 BIS
La rappresentazione in una ripresa in b/n degli anni
ID SCHEDA ARC 02
LOCALITA’ ARCORE
UBICAZIONE CORTE SAN GIUSEPPE – PIAZZA DURINI,9 – BERNATE DI ARCORE
COLLOCAZIONE NEL CORTILE ALL’INGRESSO SOTTO IL PORTICO
TIPOLOGIA PITTURA MURALE
ICONOGRAFIA MADONNA IN TRONO CON AUREOLA DI STELLE E ANGELI
TECNICA AFFRESCO
DATAZIONE ANNO 1950
DIMENSIONI ALTEZZA 170, BASE 152.  ALTEZZA DA TERRA 160
AUTORE VILASCO FIORENTINO, PITTORE NATO A VILLASANTA.
PROPRIETA’ PRIVATA DELLA CORTE
ACCESSIBILITA’ SI
STATO CONSERVAZIONE

BUONO

RIFERIMENTI FOTO GALLERIA IMMAGINI 
DESCRIZIONE UBICAZIONE: all’incrocio semaforizzato tra la via Gilera e le vie Fumagalli ed Achille Grandi, imboccare a sinistra la via Fumagalli fino alla sua fine. Ci si trova così in Piazza Conte Durini con di fronte la Corte San Giuseppe con il suo ingresso. Appena entrati sotto il portico sulla destra si trova l’opera.

AUTORE: FIORENTINO VILASCO – Nato a Villasanta (MB) – Suoi i dipinti nella Cappella di Sant’Agostino nella chiesa parrocchiale di Cassago Brianza, sulla volta della navata centrale della chiesa di Santo Stefano di Vedano al Lambro, sopra la bussola della cappella dell’oratorio di Concorezzo. 

ICONOGRAFIA: questo affresco ci mostra la Vergine seduta su una grande nuvola bianca. Porta un abito rosso con bordi chiari, ed un grande mantello azzurro bordato d’oro, che la copre morbidamente anche sino ai piedi. Il capo scoperto, ha intorno un grande cerchio di luce con raggi e stelline bianche. Quasi a formare una seconda e più grande aureola, ci sono dipinti e sfumati nel cielo, tra nuvolette, visi di angeli sorridenti con piccole ali. La Madonna ha i capelli castani, lunghi e sciolti sulle spalle. Gli occhi, estatici, guardano verso il cielo. Di fianco alle sue gambe, in parte nascosti dal grande mantello, ci sono due angioletti paffuti e con ali dorate. Uno di questi tiene tra le mani uno stelo con quattro gigli bianchi, simbolo di purezza. Ai piedi della Vergine un bocciolo e due rose rosse aperte, classico simbolo mariano. Tutto intorno è dipinto uno stretto bordo che imita una cornice di legno, oltre la quale, in basso, la scritta “ORA PRO NOBIS”, su un semplice spazio tinto di bianco. Su una mensolina di legno, un cero rosso appoggiato ad un piattino bianco.