CAS 45 MADONNA CON BAMBINO – CASATENOVO, località CASCINA VERDURA

CAS45-01
Il portico di Cascina Verdura sotto il quale si trova la nicchia con la statua della Madonna

CAS45-02
Primo piano della nicchia con la Madonna con Bambino
ID SCHEDA CAS 45
LOCALITA’ CASATENOVO
UBICAZIONE CASCINA VERDURA
COLLOCAZIONE SOTTO PORTICO LATERALE
TIPOLOGIA STATUA IN NICCHIA CHIUSA
ICONOGRAFIA MADONNA CON BAMBINO
TECNICA STATUA IN GESSO
DATAZIONE SCONOSCIUTA. RISTRUTTURATA NEL 2010
DIMENSIONI ALTEZZA STATUA 55. (NICCHIA 80×40). ALTEZZA DA TERRA 200 CIRCA.
AUTORE
PROPRIETA’ PRIVATA (RESIDENTI DELLA CORTE)
ACCESSIBILITA’ SI’, LIMITATA. ALL’INTERNO DELLA CORTE
STATO CONSERVAZIONE

BUONO

RIFERIMENTI FOTO
DESCRIZIONE Ubicazione

Scendendo per la via Roma, sulla sinistra, quando ormai la collina lascia il posto alla pianura, si trova la “Verdura”, una delle più grandi cascine di Casatenovo che, essendo stata solo parzialmente ristrutturata, mantiene ancora alcune antiche e significative immagini di devozione.

Iconografia

Madonna con Bambino.

L’ala destra della cascina Verdura comprende un portico dove sono presenti alcuni segni di devozione, come una grande scritta ”W MARIA”, sulla parete di fondo e una nicchia con Madonna e Bambino nella parte centrale.

La statua, in gesso, è protetta da un vetro con serramenti in legno dipinti di bianco; lo sfondo della nicchia è in un colore blu molto carico e rappresenta il cielo stellato dove, in alto, appare una cometa.

La Vergine indossa un vestito rosso, quasi interamente coperto da un manto blu che le copre anche il capo; ai piedi porta un paio di scarpe blu orlate d’oro. Tiene nella mano destra, che rivolge ai fedeli, un lungo rosario, mentre con la sinistra regge il Bambino.

Un velo di preoccupazione traspare dal suo giovane viso mentre guarda il Figlio, del quale sembra conoscere la triste sorte.

Il Bambino, già cresciuto, indossa un vestitino bianco, ornato con crocine dorate, dal quale escono i piedini sorretti dalla Vergine. Ha i capelli riccioluti color marrone e lo sguardo rivolto ai fedeli. Con la mano destra indica la Madre, nella sinistra sostiene il globo terrestre.

I piedi di Maria calpestano un serpente nero con la lingua rossa sporgente. La statua è sorretta da un piedestallo in gesso su cui sta la scritta “Ave Maria”.

Un altarino con tovaglia, alcuni vasi con fiori o vuoti dentro e fuori la nicchia, un cero e una piccola statua della Madonna di Lourdes, sono i segni di devozione.

La datazione e l’autore dell’opera sono sconosciuti; l’effigie, essendo stata restaurata nel 2010, è in buone condizioni.