CAS 33 MADONNA IMMACOLATA – CASATENOVO, località GIOVENIGO

CAS33-01
Porticato interno della Cascina Giovenigo sotto il quale c’è la nicchia con la Madonna Immacolata

CAS33-02
Primo piano della grande nicchia con la Madonna Immacolata sotto il portico del Giovenigo
ID SCHEDA CAS 33
LOCALITA’ CASATENOVO
UBICAZIONE FRAZIONE GIOVENIGO  – località GIOVENIGO
COLLOCAZIONE SOTTO PORTICO PRINCIPALE INTERNO
TIPOLOGIA STATUA IN NICCHIA CHIUSA
ICONOGRAFIA MADONNA IMMACOLATA
TECNICA STATUA IN GESSO
DATAZIONE
DIMENSIONI ALTEZZA STATUA 100. (NICCHIA 60×120). ALTEZZA DA TERRA 230.
AUTORE
PROPRIETA’ PRIVATA. (RESIDENTI DELLA CORTE)
ACCESSIBILITA’ SI’, CON AUTORIZZAZIONE. E’ ALL’INTERNO DELLA CORTE.
STATO CONSERVAZIONE

BUONO.

RIFERIMENTI FOTO
DESCRIZIONE Ubicazione

In Cascina Giovenigo, che è una vecchia cascina in gran parte ristrutturata, raggiungibile attraverso una stretta via che, dalla località S. Rocco, si snoda prima tra le alte mura di due antiche ville, poi in aperta campagna. La Corte principale si trova a sinistra e sotto il portico interno una nicchia con vetro e serramenti gialli, custodisce una grande statua in gesso della Madonna.

Iconografia

Raffigurazione della Madonna Immacolata. Il colore bianco di tutta l’immagine simboleggia la verginità di Maria.

La Vergine porta un velo che le scende sulle spalle, una tunica e un mantello raccolto sul braccio destro; ai suoi piedi calpesta un serpente con la mela in bocca e una falce di luna; tiene le mani strette al petto, simboli classici dell’Immacolata; la luna evoca il tempo dell’uomo, i giorni e le stagioni, essa è sotto i suoi piedi, in quanto la donna ne ha il dominio, cioè al di sopra delle vicende umane e il serpente ai piedi della Madonna: “porrò inimicizia tra te e la donna, tra il suo seme e il seme tuo: essa ti schiaccerà la testa e tu le insidierai il calcagno“.

Si tratta di una figura molto singolare di Madonna, più simile a una matrona romana che a una immagine sacra.

All’interno della nicchia, che ha lo sfondo bianco, è appeso un piccolo quadro con fiori; davanti, su un altarino con tovaglia, sono posti due lumini.

Tutto il complesso è in uno stato di abbandono, anche se la statua della Vergine è in buone condizioni.