CAS 29 BEATA VERGINE DI SAN LUCA – CASATENOVO, località CORTE GARDELA

CAS29-01
Via Castelbarco con l’arco di ingresso alla Corte Gardela. In alto a sinistra la formella in ceramica della Madonna.

CAS29-02
Primo piano della formella in ceramica con la raffigurazione della Beata Vergine di San Luca fissata al muro
ID SCHEDA CAS 29
LOCALITA’ CASATENOVO
UBICAZIONE VIA CASTELBARCO 5-località CORTE GARDELA
COLLOCAZIONE IN PROSSIMITA’ DELL’INGRESSO ALLA CORTE GARDELA, FISSATA ALLA PARETE
TIPOLOGIA BASSORILIEVO FISSATO AL MURO
ICONOGRAFIA BEATA VERGINE DI SAN LUCA
TECNICA FORMELLA IN CERAMICA INVETRIATA
DATAZIONE
DIMENSIONI FORMELLA 35 x 25. ALTEZZA DA TERRA 300 CIRCA.
AUTORE
PROPRIETA’ PRIVATA (RESIDENTI DELLA CORTE)
ACCESSIBILITA’ SI’, VISIBILE DA VIA CASTELBARCO
STATO CONSERVAZIONE

BUONO.

RIFERIMENTI FOTO
DESCRIZIONE Ubicazione

In Via Castelbarco. Dal centro di Casatenovo, percorso il Viale Don Rossi, si gira a destra in Via Castelbarco e, subito dopo la bella Chiesina di S. Rocco che si trova a sinistra, si prosegue e, sempre sulla sinistra, troviamo l’arco d’ingresso alla Corte Gardela. Alla sinistra in alto è fissata la formella.

Iconografia

Raffigurazione della Beata Vergine di S. Luca, come sta scritto in appendice sotto la cornice: B.V. di S. LUCA.

Si tratta di una Madonna col Bambino in ceramica, compresa in una cornice floreale multicolore. La Vergine è seduta; indossa un abito blu che le copre tutto il corpo e le fa da velo. Ha le braccia lunghe, disarmoniche rispetto al corpo, soprattutto il braccio sinistro che sostiene il Bambino seduto sulle sue ginocchia; con la mano destra tiene la mano del Figlio.

Il Bambino è vestito di rosso. Occhi, bocca e sopracciglia delle due figure sono ben marcati.

Lo sfondo ha il colore blu del cielo; sopra le nuvole alcuni angeli sostengono una corona giallo oro sul capo della Vergine e l Figlio.

La Beata Vergine di S. Luca è una riproduzione della celebre Madonna di S. Luca (attribuita all’apostolo) conservata nell’omonimo Santuario di Bologna ed è considerata da qualcuno la Madonna dei viaggiatori, anche per la posizione del braccio benedicente del Bambino.

E’ per questo che probabilmente è stata posta all’uscita del cortile della Corte Gardela, forse per un saluto ed un viatico a chi, uscendo, stava per intraprendere un viaggio.

Quest’immagine la troviamo in quattro diverse località di Casatenovo: Corte Gardela, Poenzano, Cantino e Cascina Gemella. E tutte in prossimità dell’ingresso (o dell’uscita) delle Corti o Cascine.

La tecnica di realizzazione della formella ricorda quella dei “Della Robbia” di probabile provenienza toscana.