CAS 26 CROCE DELLA PESTE – CASATENOVO, località S. ROCCO

CAS26-01
Vista di Via Castelbarco con la Chiesetta di San Rocco nel cui giardino è posta la Croce

CAS26-02
Croce della Peste con la targa in memoria della peste

CAS26-03
Dettagli sul tratto posteriore della croce
ID SCHEDA CAS 26
LOCALITA’ CASATENOVO
UBICAZIONE VIA CASTELBARCO-località S. ROCCO
COLLOCAZIONE NEL GIARDINO DELLA CHIESETTA DI S. ROCCO
TIPOLOGIA CROCE SU PIEDESTALLO
ICONOGRAFIA CROCE COMMEMORATIVA DELLA PESTE
TECNICA CROCE IN PIETRA E BASAMENTO CON LASTRA DI PIETRA E SUPPORTO IN MATTONI ROSSI.
DATAZIONE
DIMENSIONI ALTEZZA CROCE 210 LARGHEZZA 80.
AUTORE
PROPRIETA’ CHIESINA DI S. ROCCO
ACCESSIBILITA’ SI’ DALL’ESTERNO. VISIBILE DA VIA CASTELBARCO.
STATO CONSERVAZIONE

BUONO.

RIFERIMENTI FOTO
DESCRIZIONE Ubicazione

In Via Castelbarco in prossimità della Chiesina di S. Rocco.

Dal centro di Casatenovo, percorso il Viale Don Rossi, si gira a destra in Via Castelbarco e, adiacente alla bella Chiesa di S. Rocco troviamo ben visibile la Croce.

Iconografia

Croce commemorativa dei morti di peste.

Un cartello ai piedi della stessa chiarisce in modo inequivocabile la presenza: “CROCE COMMEMORATIVA DELLA PESTE CHE HA COLPITO CASATENOVO DAL 1629 AL 1633”.

Enrico Fumagalli, memoria storica di Casatenovo ci racconta che in origine questa croce era alla Cascina Fiume, così denominata perché vi era la presenza di acqua sorgiva ed un lavatoio molto bello e importante dove venivano a lavare i panni moltissime persone di Casatenovo e Montesiro.

La croce rimase lì per molto tempo, poi, avendo necessità di effettuare dei lavori, fu tolta e per molti anni rimase rinchiusa in un deposito. Solo 7/8 anni fa circa, nel 2006 fu rimessa in piedi nell’attuale postazione.

La croce è realizzata in pietra con rilievi riconducibili alle iconografie della morte. Il basamento è costituito da una lastra di pietra su un supporto in mattoni rossi.

I simboli rappresentati, il martello e la tenaglia sui lati della croce, il teschio e le ossa ai suoi piedi curiosamente riprendono una descrizione analoga della croce della Madonna de la Salette che ritroviamo alla Cascina Gemella.

La Croce di Nostra Signora de La Salette (dal sito it.wikipedia.org)

Il crocifisso de La Salette è quello indossato dalla Vergine Maria (pendente da una catena attorno al collo) secondo il racconto di Maximin e Mélanie. Alla croce sono aggiunti, a metà dei bracci laterali, un martello, delle tenaglie e ai piedi della croce vi è un teschio con i femori incrociati.

Il martello simboleggia il peccatore che inchioda Gesù alla croce per i suoi peccati e le tenaglie simboleggiano i cristiani che tentano di rimuovere i chiodi della croce mediante la vita di santità e di fedeltà al Signore. Il teschio con i femori incrociati rappresenta la morte, che è inevitabile per gli uomini, per ricordarsi dell’urgenza della salvezza.